Collaborazioni

risorse musicisti

Gli artisti che collaborano con l'ensemble

Seguono schede in ordine alfabetico


Alda CaielloAlda Caiello

soprano

Alda Caiello ha cantato con direttori quali Gianandrea Noseda, Frans Brüggen, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Arturo Tamayo, Peter Keuschnig, Massimo de Bernart, Pascal Rophè, Waine Marshall, Christopher Franklin, Stephen Ausbury, Peter Rundel, Lucas Vis, Pietro Borgonovo, Renato Rivolta, Marcello Panni, Fabio Maestri, Marco Angius e Emilio Pomarico.

È stata invitata da La Biennale Musica e dal Teatro La Fenice a Venezia, al Teatro alla Scala di Milano, al Festival di Bologna, a Salisburgo Festspiele, a Maggio Musicale Fiorentino, a Milano Musica, al Teatro Carlo Felice di Genova, a Sagra Musicale Malatestiana a Rimini, a Festival di Orvieto, Festival di Musica contemporanea a Barcellona, ​​Festival d'Automne a Parigi, Festival Wien Modern, Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, ORT Orchestra della Toscana, Orchestra Filarmonica di Rotterdam, Biennale di Muenchen, Festival di Ravenna.

Alda Caiello ha spesso cantato i brani folkloristici di Luciano Berio: a Milano condotto da Berio stesso, a Rotterdam diretto da Valerij Gergiev e al Musikverein di Vienna con il Ensemble Kontrapunkte diretto da Peter Keuschnig. Inoltre, ha giocato il ruolo principale nel Passaggio di Berio al Teatro Carlo Felice di Genova, diretto da Daniele Abbado. L'Ensemble Niewe ha invitato a cantare composizioni di Berio in Utrecht e Maastricht. Con l'Opera di Roma ha cantato canzoni di Berio Folk e Weill il 10 anniversario della morte del compositore.

Ha partecipato al Festival di Amsterdam e Utrecht con l'Atlas Ensemble e, con il Contemporartensemble diretto da Mauro Ceccanti, ha cantato il Commiato di Dallapiccola.

A Roma, per l'Accademia di Santa Cecilia, Alda Caiello ha partecipato al Progetto Pollini con l'Arnold Schoenberg Chor condotto da Erwin Ortner che canta Trame d'ombre di Giacomo Manzoni. Al Teatro Comunale di Bolzano, ha cantato in prima mondiale l'opera Axel Brüchke Langer. Un ritratto composto da Giovanni Verrando. Inoltre, interpretò il Satyricon di Maderna per Mittelfest a Cividale del Friuli. A Rovigo è stata "La cantante vagneriana" nell'opera Anton di Emilio Scogna, condotta dall'autore.

Ha registrato la musica di Fabio Vacchi per la traccia sonora del film di Ermanno Olmi "Cantando dietro i paraventi". Per Settembre Musica, con l'Orchestra Nazionale della RAI, ha cantato Improvisation I e Improvisation II di Boulez (direttore Marcello Panni) e opere di Castiglioni e Bosco (direttore Arturo Tamayo). Nel settembre 2006 ha cantato Cantus planus di Castiglioni a Milano Musica e Le Marteau sans maître di Boulez a Bologna Festival. Fu invitata al Festival Scelsi di Roma per eseguire Khoom.

All'Olanda Festival Alda Caiello interpretò Gesualdo, considerato assassino di Luca Francesconi, con l'Hilliard Ensemble, diretto da Giorgio Barberio Corsetti, diretto a Milano anche per il Festival MI.TO 2008 Nel 2005, a Milano, ha cantato Prima presentazione italiana di Thomas Adés. È stata invitata a concerti a Strasburgo e Dresda presso il Dresdner Musikfestspiele, con un programma che comprende composizioni di Kurtag, Francesconi e Solbiati. Il Teatro Carlo Felice a Genova lo ha invitato, per il Concerto celebrativo, a cantare trascrizioni di canzoni dei Beatles condotte da Christopher Franklin.

Alla Muenchen Biennale 2006 ha interpretato la première mondiale di La Philosophie dans le Labyrinth di Edoardo Cattaneo, con testi di E. Sanguineti, che successivamente è stato eseguito anche al Wien Modern Festival nel 2007.

Alda Caiello è stata scelta da Adriano Guarnieri per la première mondiale di Medea al Teatro La Fenice di Venezia, ha cantato nella prima premiazione di La Passione secondo Matteo al Teatro La Scala di Milano e, per la celebrazione centenaria della Biennale di Venezia, ha eseguito Quare Tristis . Ora è uno dei personaggi principali della prima mondiale di La Pietra di diaspro al Teatro dell'Opera di Roma, al Teatro Nazionale ea Ravenna Festival 2007 (regista Cristina Mazzavillani Muti). Con l'Icarus Ensemble è stata la protagonista della prima serata di Tenebrae di Adriano Guarnieri, presso il Ravenna Festival di giugno 2010 e sarà nuovamente in scena al Teatro dell'Opera di Roma nell'ottobre 2010.

Ha interpretato la Camera Obscura di Marco di Bari, l'Io di Luigi Nono, il frammento di Prometeo (registrato da RAI Radio SAT), il Rara Requiem di Bussotti e l'Exil di Kancheli con l'Ensemble Alter Ego. È stata invitata da Umbria Jazz per Treemonisha da Scott Joplin. Ha interpretato i punteggi di Giorgio Gaslini e Battista Lena; Ed è stato invitato da festival di jazz come il Festival di Saalfelden, il Festival di Amiens e il Festival di Roccella. Per Maggio Musicale Fiorentino e per l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ha interpretato opere di Manzoni, Novae de infinito lens di Henze, Les Noces di Stravinskij, Vanitas di Luca Lombardi e Requiem di Ligeti, diretta da Myung-Whun Chung.

Al Festival d'Automne di Parigi ha giocato il ruolo di Perseo e Andromeda di Sciarrino, a Barcellona ha cantato composizioni di Ivan Fedele, a Londra è stata invitata alla Wigmore Hall per un recital dedicato a Dallapiccola, Malipiero, Wolf Ferrari e Pizzetti . A Firenze, con l'Orchestra della Toscana, ha cantato Lucrezio: oratorio materialistico di Luca Lombardi. Con il duo Canino-Ballista, è stata invitata alle celebrazioni di Dallapiccola a Torino, Firenze e Lisbona.

Ha cantato alla première europea di Twice attraverso il focolare di M.A. Turnage, con l'Ensemble Kontrapunkte, presso il Musikverein di Vienna, dove ha recentemente tornato a interpretare la quarta sinfonia di Mahler (versione camera) con Emilio Pomarico e il Klangforum. A Maggio Musicale Fiorentino 2007 ha cantato in un concerto monografico dedicato a Ivan Fedele. L'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, per la sua stagione camera, ha invitato Alda Caiello a cantare pezzi di Clementi, Petrassi e Dallapiccola.

Al Teatro La Fenice di Venezia ha partecipato alla creazione del signor Goldoni di Luca Mosca, direzione di David Livermoore e dello stesso autore interpretatore di Freud, Freud, ti amo, con il Lieder di Alma Mahler. Ha poi interpretato l'Italia del Destino, di Luca Mosca a Firenze, Maggio Musicale Fiorentino.

Invitato alla Biennale ha cantato la prima mondiale di La Legge di Manzoni alla presenza dell'autore. Wiener Musikverein lo invita a Wien Modern per due concerti diversi: la prima performance di Kosmoi di Pierluigi Billone con la Radio Symphonie Orchester Wien condotta da Stephen Ausbury e la prima interpretazione austriaca di Recital per Cathy di Luciano Berio con l'Ensemble Kontrapunkte. Nel febbraio 2008, per la Stagione Universitaria dei Concerti, ha presentato un concerto a Roma dedicato a Dallapiccola e Carter e al Festival Mozart di A Coruña ha presentato una serie di concerti dedicati a Shostakovich e Mosca e al Festival Florilegio di Salamanca ha cantato Berio Canzoni folk.

Alda Caiello ha eseguito il ciclo Harawi di Olivier Messiaen, durante il centenario della nascita del compositore, al Festival di Spoleto e ha poi inaugurato il Festival di Alicante interpretando la musica di De Pablo. Ha cantato la premiere italiana di Gesualdo di Francesconi come assassino per il Festival MiTo di Milano. Per lo stesso festival ha presentato un concerto con Shostakovich e Mosca, al Teatro Piccolo Regio di Torino.

Nel 2009 ha cantato Freud, Freud, ti amo da Luca Mosca a Roma Teatro Olimpico e ha creato Il carro e i canti di Solbiati al Teatro Verdi di Trieste. Per la stagione 2009-10 dell'Orchestra Nazionale della Rai ha cantato la premiere italiana di Trakl-lieder di Boesmans; Ha anche creato il Tenebrae di Adriano Guarnieri a Ravenna Festival; Ha cantato diversi concerti a Wiener Musikverein, alla Cité de la Musique di Parigi, all'Opera di Lille con il Pierrot Lunaire di Schoenberg con il Quartetto di Prazak.

Nel 2011 ha cantato Voix Humaine di Poulenc di Poulenc a Palermo e la nuova opera L'Italia del destino di Luca Mosca a Firenze Maggio Musicale Fiorentino.

Ha creato il nuovo lavoro operistico di Alessandro Solbiati Leggenda a Torino, sotto la guida di Gianandrea Noseda.

A Verona cantò Schittke e Maderna nel 2012 e poi un recital a Tel Aviv con Andrè Gallo; Con Hamburger Simphoniker ha cantato Falla, il recital di Strawinsky Berio per Cathy.

Nella stagione 2013-14 ha cantato canzone folkloristica di Berio a Torino con Gianandrea Noseda e Dido e Aeneas Purcell di Roma Opera, direttore Jonathan Webb, produzione di Chiara Muti. Ha anche creato una nuova commissione del Teatro Grande di Brescia, Il Sogno di una cosa di Mauro Montalbetti, più tardi vissuta a Milano Piccolo Teatro. Ha inoltre cantato una serie di concerti con la La voix humaine di Poulenc a Ravenna Festival, Piacenza e Lucca.

Nel 2015 è stata nuovamente a Wiener Musikverein per Eine Florentisiche Tragoedie di Zemlinsky e lieder Webern, Berg, Schoenberg, mentre l'ORT Orchestra di Firenze lo ha invitato per una nuova creazione del compositore Marcello Panni. Ha cantato con Quartetto Prazak a Costanza e poi una nuova creazione di Alessandro Solbiati, Il suono giallo, al Teatro Comunale di Bologna, direttore di Marco Angius.

Nel 2016 ha creato Dialoghi della lontananza di Portera a Firenze con Sentieri Selvaggi insieme alla premiere italiana di Galgenlieder di Gubaidulina. Ha anche creato lo specchio magico, una nuova opera di Fabio Vacchi a Firenze Maggio Fiorentino. Ha cantato concerti a Milano, l'Aquila, un concerto speciale dedicato a Cathy Berberian a Sacher Stiftung di Basilea.

Stresa Festival l'ha invitata per Oltre la porta, una nuova opera di Carlo Boccadoro diretta dal compositore. Ha cantato Passion selon Sade di Bussotti a Roma Parco della Musica, alla presenza del compositore. Nel 2017 ha cantato al Teatro Verdi di Trieste ed è stato invitato da Wiener Musikverein per un concerto con Berg Sieben frühe Lieder di Berg e La dame de Montecarlo di Poulenc.

A Parma cantò Nono's Prometeo con Teatro Regio Orchestra e Marco Angius.

Alda Caiello ha registrato per BMG / Ricordi, CAM (Fabio Vacchi, colonna sonora per il film Cantando dietro i paraventi di Olmi), Stradivarius, Rai Trade, Col Legno, Zig Zag Territoires. Due CD su Casella, Respighi, Pizzetti e Ghedini sono curati da Bottega Discantica.

 

RIFERIMENTI

dèdalo ensemble

Villaggio Prealpino

traversa Xa n° 25

25136 Brescia BS - ITALY

C.F. | P.IVA 03318980178

NEWSFLASH